SEI IN > VIVERE TRIESTE > CULTURA
articolo

I gatti e la primavera: francobolli, cartoline, oggetti al Museo Postale di Trieste

3' di lettura
202

È stata inaugurata il 28 maggio presso la sala del Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa a Palazzo Poste Trieste in piazza Vittorio Veneto, la mostra dal titolo “I Gatti e la Primavera: Francobolli, cartoline e oggetti in un’esplosione di colori”.

Il percorso espositivo, ideato da Cristiana Marangoni e curato dalla Direttrice del Museo Emanuela De Domenico, è stato organizzato in collaborazione con l’Anfi, Associazione Nazionale Felina Italiana e la Fife, Federation Internationale Féline.

Anfi - Associazione Nazionale Felina Italiana

L’Anfi, nata informalmente nel 1937, divenne associazione il 21 giugno 1950 (con il nome di Società Felina Italiana e successivamente in Associazione Nazionale Felina Italiana) con lo scopo di promuovere la conoscenza del gatto di razza e la sua diffusione. Invece i Paesi membri della Fife sono 45 con 48 club in tutto il mondo. Le molteplici attività di studio e ricerca dell’universo felino hanno valso ad Anfi il riconoscimento giuridico da parte dello Stato italiano (D.M. 6 agosto 1997). La sede è a Torino mentre per il Friuli-Venezia Giulia la Presidente è Cristiana Marangoni

La mostra

La mostra è stata pensata come un viaggio di fantasia tra allegri disegni tematici sui gatti, per celebrare la primavera che, in quanto momento di risveglio per la natura, rappresenta anche la rinascita e simboleggia le novità che ciascun equinozio reca con sé al proprio arrivo.

Il visitatore può ammirare, nell’incantevole cornice del Museo (realizzato su progetto dell’architetto Friedrich Setz tra il 1890 ed il 1894) cartoline d’epoca di rara bellezza, immagini d’autore, fini acquerelli e oggetti raffiguranti i felini più enigmatici. Le descrizioni, tratte da libri e poesie impreziosiscono la visita. Da sottolineare anche la ricca esposizione di francobolli, provenienti da tutto il mondo raffiguranti gli amici sornioni nelle più disparate pose.

Sarà inoltre presente una sezione dedicata a Trieste e ai suoi gatti, immortalati negli scorci più rappresentativi della nostra città intenti nel far bella mostra di sé: eleganti come monumenti e misteriosi come opere d’arte.

L’atmosfera ovattata, accompagnata da un allestimento molto coinvolgente permette ai visitatori di addentrarsi nel magico mondo degli amici pelosi che, con la loro innata grazia. Al termine della visita ci si rende conto di sentirsi più leggeri e sereni.

È stata realizzata, per l’occasione, una simpatica cartolina che sarà messa a disposizione di chi visiterà l’esposizione: un modo per celebrare l’evento e lasciare le impronte di una mostra fresca e gioiosa.

Immagine che contiene testo, schermata, Carattere, linea

Descrizione generata automaticamente

L’allestimento è disponibile fino al 5 luglio 2024 e visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Ci sarà anche la possibilità di concordare percorsi guidati, anche pomeridiani contattando emanuela.dedomenico@posteitaliane.it o cristiana.marangoni@gmail.com.

Aveva ragione Jules Verne quando dichiarava “… Credo che i gatti siano spiriti venuti sulla terra. Un gatto, ne sono convinto, può camminare su una nuvola…”. A Trieste si potrà camminare su una nuvola mentre mille occhi felini, immobili, osserveranno sornioni il visitatore, come nella realtà.



Questo è un articolo pubblicato il 04-06-2024 alle 19:05 sul giornale del 05 giugno 2024 - 202 letture






qrcode