SEI IN > VIVERE TRIESTE >

Imprese: Regione, Innovation Hub di Bat sarà volano per territorio Fvg

3' di lettura
144

La scelta di una multinazionale come British american tobacco Italia di insediarsi nella nostra regione realizzandovi il proprio hub europeo è un segnale molto positivo per il territorio, perché la presenza di una realtà di tali dimensioni sicuramente farà da volano per ulteriori investimenti.

Quanto sta avvenendo nell'area giuliana è la prova della capacità del Friuli Venezia Giulia di dare risposte alle necessità delle imprese sia sotto il profilo infrastrutturale, come dimostra la velocità del cantiere in corso a San Dorligo della Valle, sia della capacità di innovare e fornire personale qualificato.

È questo il messaggio lanciato dal governatore del Friuli Venezia Giulia alla cerimonia di posa il tetto di "A Better Tomorrow" Innovation Hub, il nuovo centro di produzione e innovazione globale di Bat Italia, realizzato dall'azienda in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, la società di infrastrutture Interporto Trieste e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e il supporto di Friulia. Bat Italia prevede per la struttura giuliana un investimento complessivo fino a 500 milioni di euro nei prossimi cinque anni, con una ricaduta stimata di 2.700 nuovi posti di lavoro. L'attività dello stabilimento dovrebbe iniziare a settembre.

L'assessore regionale alle Autonomie locali ha ribadito che oggi è una giornata importante sia perché si concretizza un investimento rilevante sia perché, attraverso il lavoro di squadra compiuto dalle istituzioni, dall'azienda e da tutti i soggetti coinvolti dal progetto, è stato possibile accelerare i tempi del cantiere. Il progetto è stato annunciato a settembre 2021, l'opera è stata avviata a gennaio e in autunno di quest'anno l'impianto diverrà produttivo: un risultato del quale il Friuli Venezia Giulia deve essere orgoglioso e che conferma la competitività del nostro territorio.

La presidente e amministratore delegato di Bat Italia ha quindi evidenziato come l'evento odierno rappresenti un importante passo verso il completamento dell'Innovation Hub, il cuore della strategia globale di BAT per l'innovazione e la sostenibilità, e ha sottolineato quanto fermamente l'azienda creda nel potenziale di Trieste, del Friuli Venezia Giulia e dell'Italia puntando a realizzare la propria visione per un "A Better Tomorrow" lavorando a fianco di tutti gli stakeholder e al contempo valorizzando al massimo il territorio nel quale opera, offrendo un contributo significativo per il suo sviluppo socioeconomico.

All'evento, tenutosi presso il sito di FREEste a Bagnoli della Rosandra, hanno preso parte, tra gli altri, numerosi rappresentanti del panorama istituzionale locale e nazionale, tra cui i sindaci di Trieste e San Dorligo della Valle, i presidenti dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, dell'Interporto di Trieste, di Friulia e della Camera di commercio della Venezia Giulia.

Il complesso di 20mila metri quadrati, realizzato con attenzione alla sostenibilità ambientale, sarà composto da due edifici principali e ospiterà fino a 12 linee di produzione multi-categoria. Il primo edificio, di 11.400 metri quadrati, ospiterà linee di produzione multi-categoria, insieme a laboratori di qualità e strutture di produzione; inoltre comprenderà anche uffici all'avanguardia, progettati e costruiti secondo i più alti standard internazionali.



Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2022 alle 19:52 sul giornale del 11 giugno 2022 - 144 letture






qrcode