Turismo: Bini, ok giunta a modalità riconoscimento dei Cammini locali

camminare running corsa 2' di lettura 10/07/2021 - "La valorizzazione delle potenzialità di carattere turistico che possono derivare dallo sviluppo della rete dei Cammini, i percorsi di carattere religioso che venivano anticamente tracciati dai pellegrini nel raggiungere riconosciuti luoghi del culto, sarà concretizzata attraverso le nuove procedure per il loro riconoscimento che la Giunta regionale ha approvato in via definitiva.

La decisione dell'esecutivo ha a che fare con i cammini locali di interesse regionale, interregionale e transnazionale, da iscrivere nel registro della rete dei cammini del Friuli Venezia Giulia che si andrà a costituire".

Lo rende noto l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, che ha proposto alla giunta il provvedimento attraverso il quale sarà possibile costituire tale Registro (RCFVG) in formato digitale. Lo strumento sarà aggiornato da PromoTurismoFVG, che provvederà poi a pubblicarlo sul suo sito istituzionale e su quello della Regione.

"Gestori dei cammini - spiega Bini - saranno gli enti locali, gli enti gestori delle aree naturali protette regionali, gli enti parco regionali e nazionali, le associazioni pro loco, i gruppi di azione locale istituiti ai sensi della normativa della Ue e associazioni rappresentative del settore turistico e culturale, gli enti religiosi, le organizzazioni di gestione della destinazione, i Consorzi di gestione costituiti su base volontaria. Tali soggetti dovranno però garantire la vigilanza e la manutenzione del percorso, la sua georeferenziazione, la descrizione di ogni tappa e il costante aggiornamento on line del sito di riferimento.

Le domande per il riconoscimento dovranno essere presentate a PromoTurismo FVG che, valutata la sussistenza dei requisiti richiesti, procederà con l'iscrizione del cammino nel registro digitale. I criteri per il riconoscimento dei cammini prevedono che si tratti di percorsi fisici lineari e fruibili, la presenza di segnaletica orizzontale e verticale per ogni tappa autorizzata dai Comuni interessati al percorso nonchè la fruibilità in sicurezza del percorso.

Le tappe dovranno essere dotate di servizi di supporto al camminatore (bagni pubblici e fontane) e di alloggio e ristorazione raggiungibili entro 5 km dal punto di partenza e/o di arrivo della tappa.


da Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2021 alle 14:23 sul giornale del 12 luglio 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di attualità, friuli venezia giulia, friuli, comunicato stampa, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b0OK